Utilizzo delle mascherine negli ambienti pubblici per ridurre il contagio da SARS-CoV-2. Evidence Agosto 2020 Vol 12 Issue 6

Utilizzo delle mascherine negli ambienti pubblici per ridurre il contagio da SARS-CoV-2.  Evidence Agosto 2020 Vol 12 Issue 6

Ai fini del contenimento della diffusione del virus COVID- 19, ai sensi del DPCM 26 aprile 2020 in Italia vige l’obbligo di usare protezioni delle vie respiratorie nei luoghi chiusi accessibili al pubblico, inclusi i mezzi di trasporto e comunque in tutte le occasioni in cui non sia possibile garantire in maniera continuativa la distanza di sicurezza.
Sono esonerati dall’obbligo i bambini al di sotto dei sei anni, nonché le persone con forme di disabilità non compatibili con l’uso continuativo della mascherina, oltre ai oggetti che con questi interagiscono.
A tale DPCM se ne sono aggiunti altri due (DPCM 11 giugno 2020 e relativi allegati; DPCM 14 luglio 2020 con sostituzione degli allegati 9 e 15 con gli allegati 1 e 2 e relativa proroga stabilita con DL 83/2020), oltre all’ordinanza 1 agosto 2020 del Ministro della Salute, che sostanzialmente ribadiscono l’obbligo di mascherina (anche auto-prodotta) in tutti i luoghi chiusi, aperti al pubblico, compresi i mezzi di trasporto
e all’aperto qualora non sia possibile mantenere la distanza di sicurezza.
Per quanto riguarda la distribuzione delle mascherine, con una serie di ordinanze il Commissario straordinario per l’emergenza epidemiologica COVID-19 ne ha progressivamente incentivato la fornitura stabilendo tra l’altro un prezzo massimo di vendita per ogni singola mascherina di € 0,50, al netto dell’IVA (Ordinanza del 26 aprile e Ordinanza del 9 maggio 2020), disponendo la semplificazione della sdoganalizzazione di tutti i dispositivi di protezione individuale per far fronte all’emergenza epidemiologica
(Ordinanza del 28 marzo 2020 e integrazione con Ordinanza del 9 maggio 2020), e autorizzandone la vendita presso le rivendite di tabacchi fino alla cessazione dello stato di emergenza epidemiologica (Ordinanza 19 maggio 2020).

Altri articoli