FNOMCeO dossier_coronavirus aggiornato al_14-10-20

FNOMCeO dossier_coronavirus aggiornato al_14-10-20

Punti chiave
● Premessa
● Epidemia o pandemia?
● Dove informarsi
In sintesi
La diffusione del nuovo coronavirus SARS-CoV-2 è in continua evoluzione, i dati si accavallano e spesso sono fonte di fake news e informazioni del tutto incontrollate.
Questo dossier vuole fare chiarezza usando solo informazioni evidence-based. Sono disponibili comunque online fonti autorevoli e aggiornate in tempo reale.
Epidemia o pandemia?
Un’epidemia è definita come “la presenza di più casi rispetto all’atteso di una particolare malattia in una determinate area, o in uno specifico gruppo di persone in un determinato periodo di tempo”1-3 e può essere dovuta all’emergenza di un nuovo agente patogeno o a mutazioni genetiche di un agente già esistente, che lo rendono più virulento oppure anche alla recente introduzione di un agente in un ambiente dove non era presente prima, talvolta insieme anche a una diversa suscettibilità della risposta dell’ospite o a nuove modalità di contagio.
Si parla invece di pandemia quando “un’epidemia si diffonde a più continenti o in tutto il mondo”. Prima dell’influenza da H1N1 del 2009 la definizione teneva conto anche della gravità della malattia che doveva causare“numeri molto alti di morti e malati”. Attualmente la differenza tra pandemia ed epidemia segue solo un criterio di diffusione geografica, anche se psicologicamente una pandemia è percepita dall’opinione pubblica come più grave di un’epidemia.
Il 30 gennaio 2020 l’OMS dichiarava che il focolaio internazionale da nuovo coronavirus, identificato il 9
gennaio e denominato successivamente SARS-CoV-2, era un’emergenza di sanità pubblica di rilevanza internazionale (Public Health Emergency of International Concern – PHEIC)4 e subito dopo il Consiglio dei Ministri ha dichiarato lo stato di emergenza sanitaria anche in Italia.5 L’11 marzo 2020 l’OMS ha dichiarato lo stato di pandemia 

Altri articoli